Iniziare Sessione

MESSA LUNEDÌ VENTIQUINTESIMA SETTIMANA DI TEMPO ORDINARIO 2013

È possibile installare la nostra estensione del ciclo liturgico sul vostro sito Blogger, Wordpress e Joomla.

La Chiesa cattolica romana, secondo il Calendario Romano, celebra in Lunedi, 2013-09-23 i seguenti:

  • San Pio da Pietrelcina 2013:

    PRIMA LETTURA DELLA SANTA MESSA

    Proverbi di carattere vario.

    Pr 21,1-6.10-13

    Dal libro dei Proverbi
    Il cuore del re è un corso d’acqua in mano al Signore:
    lo dirige dovunque egli vuole.
    Agli occhi dell’uomo ogni sua via sembra diritta,
    ma chi scruta i cuori è il Signore.
    Praticare la giustizia e l’equità
    per il Signore vale più di un sacrificio.
    Occhi alteri e cuore superbo,
    lucerna dei malvagi è il peccato.
    I progetti di chi è diligente si risolvono in profitto,
    ma chi ha troppa fretta va verso l’indigenza.
    Accumulare tesori a forza di menzogne
    è futilità effimera di chi cerca la morte.
    L’anima del malvagio desidera fare il male,
    ai suoi occhi il prossimo non trova pietà.
    Quando lo spavaldo viene punito, l’inesperto diventa saggio;
    egli acquista scienza quando il saggio viene istruito.
    Il giusto osserva la casa del malvagio
    e precipita i malvagi nella sventura.
    Chi chiude l’orecchio al grido del povero
    invocherà a sua volta e non otterrà risposta.
    Parola di Dio

    SALMO RESPONSORIALE

    Sal 118

    Guidami, Signore, sul sentiero dei tuoi comandi.
    Beato chi è integro nella sua via
    e cammina nella legge del Signore.
    Fammi conoscere la via dei tuoi precetti
    e mediterò le tue meraviglie.
    Ho scelto la via della fedeltà,
    mi sono proposto i tuoi giudizi.
    Dammi intelligenza, perché io custodisca la tua legge
    e la osservi con tutto il cuore.
    Guidami sul sentiero dei tuoi comandi,
    perché in essi è la mia felicità.
    Osserverò continuamente la tua legge,
    in eterno, per sempre.

    Canto al Vangelo

    Lc 11,28

    Alleluia, alleluia.
    Beati coloro che ascoltano la parola di Dio
    e la osservano.
    Alleluia.

    VANGELO DELLA SANTA MESSA

    Mia madre e miei fratelli sono coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica.

    Lc 8,19-21

    Dal Vangelo secondo Luca
    In quel tempo, andarono da Gesù la madre e i suoi fratelli, ma non potevano avvicinarlo a causa della folla.
    Gli fecero sapere: «Tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e desiderano vederti».
    Ma egli rispose loro: «Mia madre e miei fratelli sono questi: coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica».
    Parola del Signore

  • LUNEDÌ VENTIQUINTESIMA SETTIMANA DI TEMPO ORDINARIO 2013:

    Tempo Ordinario.

    PRIMA LETTURA DELLA SANTA MESSA

    Chiunque appartiene al popolo del Signore, salga a Gerusalemme e costruisca il tempio del Signore.

    Esd 1,1-6

    Dal libro di Esdra
    Nell’anno primo di Ciro, re di Persia, perché si adempisse la parola che il Signore aveva detto per bocca di Geremìa, il Signore suscitò lo spirito di Ciro, re di Persia, che fece proclamare per tutto il suo regno, anche per iscritto: «Così dice Ciro, re di Persia: “Il Signore, Dio del cielo, mi ha concesso tutti i regni della terra. Egli mi ha incaricato di costruirgli un tempio a Gerusalemme, che è in Giuda. Chiunque di voi appartiene al suo popolo, il suo Dio sia con lui e salga a Gerusalemme, che è in Giuda, e costruisca il tempio del Signore, Dio d’Israele: egli è il Dio che è a Gerusalemme. E a ogni superstite da tutti i luoghi dove aveva dimorato come straniero, gli abitanti del luogo forniranno argento e oro, beni e bestiame, con offerte spontanee per il tempio di Dio che è a Gerusalemme”».
    Allora si levarono i capi di casato di Giuda e di Beniamino e i sacerdoti e i leviti. A tutti Dio aveva destato lo spirito, affinché salissero a costruire il tempio del Signore che è a Gerusalemme. Tutti i loro vicini li sostennero con oggetti d’argento, oro, beni, bestiame e oggetti preziosi, oltre a quello che ciascuno offrì spontaneamente.
    Parola di Dio

    SALMO RESPONSORIALE

    Sal 125

    Grandi cose ha fatto il Signore per noi.
    Quando il Signore ristabilì la sorte di Sion,
    ci sembrava di sognare.
    Allora la nostra bocca si riempì di sorriso,
    la nostra lingua di gioia.
    Allora si diceva tra le genti:
    «Il Signore ha fatto grandi cose per loro».
    Grandi cose ha fatto il Signore per noi:
    eravamo pieni di gioia.
    Ristabilisci, Signore, la nostra sorte,
    come i torrenti del Negheb.
    Chi semina nelle lacrime
    mieterà nella gioia.
    Nell’andare, se ne va piangendo,
    portando la semente da gettare,
    ma nel tornare, viene con gioia,
    portando i suoi covoni.

    Canto al Vangelo

    Mt 5,16

    Alleluia, alleluia.
    Risplenda la vostra luce davanti agli uomini,
    perché vedano le vostre opere buone
    e rendano gloria al Padre vostro.
    Alleluia.

    VANGELO DELLA SANTA MESSA

    La lampada si pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce.

    Lc 8,16-18

    Dal Vangelo secondo Luca
    In quel tempo, Gesù disse alla folla:
    «Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce.
    Non c’è nulla di segreto che non sia manifestato, nulla di nascosto che non sia conosciuto e venga in piena luce.
    Fate attenzione dunque a come ascoltate; perché a chi ha, sarà dato, ma a chi non ha, sarà tolto anche ciò che crede di avere».
    Parola del Signore

Contenuto aggiornato il 2012-01-10T00:00:00Z