MESSA SANTISSIMA TRINITÀ 2015

È possibile installare la nostra estensione del ciclo liturgico sul vostro sito Blogger, Wordpress e Joomla.

La Chiesa cattolica romana, secondo il Calendario Romano, celebra in Domenica, 2015-05-31 i seguenti:

  • VISITAZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA 2015:

    PRIMA LETTURA DELLA SANTA MESSA

    Re d’Israele è il Signore in mezzo a te.

    Sof 3,14-18

    Dal libro del profeta Sofonìa
    Rallégrati, figlia di Sion,
    grida di gioia, Israele,
    esulta e acclama con tutto il cuore,
    figlia di Gerusalemme!
    Il Signore ha revocato la tua condanna,
    ha disperso il tuo nemico.
    Re d’Israele è il Signore in mezzo a te,
    tu non temerai più alcuna sventura.
    In quel giorno si dirà a Gerusalemme:
    «Non temere, Sion, non lasciarti cadere le braccia!
    Il Signore, tuo Dio, in mezzo a te
    è un salvatore potente.
    Gioirà per te,
    ti rinnoverà con il suo amore,
    esulterà per te con grida di gioia».
    Parola di Dio.
    Oppure (Rm 12,9-16b: Condividete le necessità dei santi;siate premurosi nell’ospitalità):
    Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani
    Fratelli, la carità non sia ipocrita: detestate il male, attaccatevi al bene;amatevi gli uni gli altri con affetto fraterno, gareggiate nello stimarvi a vicenda.
    Non siate pigri nel fare il bene;siate invece ferventi nello spirito;servite il Signore.
    Siate lieti nella speranza, costanti nella tribolazione, perseveranti nella preghiera. Condividete le necessità dei santi;siate premurosi nell’ospitalità.
    Benedite coloro che vi perseguitano, benedite e non maledite. Rallegratevi con quelli che sono nella gioia;piangete con quelli che sono nel pianto. Abbiate i medesimi sentimenti gli uni verso gli altri;non nutrite desideri di grandezza;volgetevi piuttosto a ciò che è umile.
    Parola di Dio

    SALMO RESPONSORIALE

    Is 12

    Grande in mezzo a te è il Santo d’Israele.
    Ecco, Dio è la mia salvezza;
    io avrò fiducia, non avrò timore,
    perché mia forza e mio canto è il Signore;
    egli è stato la mia salvezza.
    Attingerete acqua con gioia
    alle sorgenti della salvezza.
    Rendete grazie al Signore e invocate il suo nome,
    proclamate fra i popoli le sue opere,
    fate ricordare che il suo nome è sublime.
    Cantate inni al Signore, perché ha fatto cose eccelse,
    le conosca tutta la terra.
    Canta ed esulta, tu che abiti in Sion,
    perché grande in mezzo a te è il Santo d’Israele.

    Canto al Vangelo

    Lc 1,45

    Alleluia, alleluia.
    Beata sei tu, o Vergine Maria, che hai creduto:
    in te si è adempiuta la parola del Signore.
    Alleluia.

    VANGELO DELLA SANTA MESSA

    Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente: ha innalzato gli umili.

    Lc 1,39-56

    Dal Vangelo secondo Luca
    In quei giorni, Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda.
    Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo.
    Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto».
    Allora Maria disse:
    «L’anima mia magnifica il Signore
    e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
    perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
    D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
    Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente
    e Santo è il suo nome;
    di generazione in generazione la sua misericordia
    per quelli che lo temono.
    Ha spiegato la potenza del suo braccio,
    ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
    ha rovesciato i potenti dai troni,
    ha innalzato gli umili;
    ha ricolmato di beni gli affamati,
    ha rimandato i ricchi a mani vuote.
    Ha soccorso Israele, suo servo,
    ricordandosi della sua misericordia,
    come aveva detto ai nostri padri,
    per Abramo e la sua discendenza, per sempre».
    Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua.
    Parola del Signore

  • SANTISSIMA TRINITÀ 2015:

    Tempo Ordinario.

    PRIMA LETTURA DELLA SANTA MESSA

    Il Signore è Dio lassù nei cieli e quaggiù sulla terra;e non ve n’è altro.

    Dt 4,32-34.39-40

    Dal libro del Deuteronòmio
    Mosè parlò al popolo dicendo:
    «Interroga pure i tempi antichi, che furono prima di te: dal giorno in cui Dio creò l’uomo sulla terra e da un’estremità all’altra dei cieli, vi fu mai cosa grande come questa e si udì mai cosa simile a questa? Che cioè un popolo abbia udito la voce di Dio parlare dal fuoco, come l’hai udita tu, e che rimanesse vivo?
    O ha mai tentato un dio di andare a scegliersi una nazione in mezzo a un’altra con prove, segni, prodigi e battaglie, con mano potente e braccio teso e grandi terrori, come fece per voi il Signore, vostro Dio, in Egitto, sotto i tuoi occhi?
    Sappi dunque oggi e medita bene nel tuo cuore che il Signore è Dio lassù nei cieli e quaggiù sulla terra: non ve n’è altro.
    Osserva dunque le sue leggi e i suoi comandi che oggi ti do, perché sia felice tu e i tuoi figli dopo di te e perché tu resti a lungo nel paese che il Signore, tuo Dio, ti dà per sempre».
    Parola di Dio

    SALMO RESPONSORIALE

    Sal 32

    Beato il popolo scelto dal Signore.
    Retta è la parola del Signore
    e fedele ogni sua opera.
    Egli ama la giustizia e il diritto;
    dell’amore del Signore è piena la terra.
    Dalla parola del Signore furono fatti i cieli,
    dal soffio della sua bocca ogni loro schiera.
    Perché egli parlò e tutto fu creato,
    comandò e tutto fu compiuto.
    Ecco, l’occhio del Signore è su chi lo teme,
    su chi spera nel suo amore,
    per liberarlo dalla morte
    e nutrirlo in tempo di fame.
    L’anima nostra attende il Signore:
    egli è nostro aiuto e nostro scudo.
    Su di noi sia il tuo amore, Signore,
    come da te noi speriamo.

    SECONDA LETTURA DELLA SANTA MESSA

    Avete ricevuto lo Spirito che rende figli adottivi, per mezzo del quale gridiamo: «Abbà! Padre!».

    Rm 8,14-17

    Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani
    Fratelli, tutti quelli che sono guidati dallo Spirito di Dio, questi sono figli di Dio. E voi non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma avete ricevuto lo Spirito che rende figli adottivi, per mezzo del quale gridiamo: «Abbà! Padre!».
    Lo Spirito stesso, insieme al nostro spirito, attesta che siamo figli di Dio. E se siamo figli, siamo anche eredi: eredi di Dio, coeredi di Cristo, se davvero prendiamo parte alle sue sofferenze per partecipare anche alla sua gloria.
    Parola di Dio

    Canto al Vangelo

    Ap 1,8

    Alleluia, alleluia.
    Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo,
    a Dio, che è, che era e che viene.
    Alleluia.

    VANGELO DELLA SANTA MESSA

    Battezzate tutti i popoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.

    Mt 28,16-20

    Dal Vangelo secondo Matteo
    In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato.
    Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono.
    Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».
    Parola del Signore

Contenuto aggiornato il 2012-01-10T00:00:00Z